received anonymously:

"As the hunting season approaches, in the night of September 8th we hit Italian Hunters Federation (FederCaccia) regional offices in Trento (Trentino), Cremona (Lombardia), Bologna (Emilia Romagna), Novara (Piemonte), Firenze (Toscana), Genova (Liguria), Perugia (Umbria) and Padova (Veneto) leaving a clear message for those who will be carrying a gun in a few days, starting a new massacre. Using red paint, we wrote 'MURDERERS' on the walls of these death's houses. In fact, we firmly believe that hunting is a legalized assassination. We think hunters are sadistic people who feel pleasure inflicting suffering and death to innocent living beings, It means they are socially dangerous people who need to be stopped. Unfortunately, political class maintains an opportunistic behavior. In exchange for the promise of electoral votes, it funds the killing of hundreds of thousands of wild animals and allows the defacement of their home. We won't stop until this shameful bloodshed will be abolished and we swear that every innocent life will be avenged in the manner we consider appropriate.
A.L.F. , Animal Liberation Front."

Italian:
"In prossimità dell’apertura della stagione venatoria, nella notte dell’8 settembre abbiamo colpito le sedi provinciali di Federcaccia di alcune Regioni Italiane (Trentino, Lombardia, Emilia Romagna, Piemonte, Toscana, Liguria, Umbria e Veneto) lasciando un messaggio chiaro a chi tra pochi giorni imbraccerà un fucile dando così inizio ad una nuova strage: sui muri delle case di morte, usando vernice rossa, abbiamo scritto “ASSASSINI”. E’ nostra ferma convinzione, infatti, che la caccia sia un assassinio legalizzato e consideriamo i cacciatori dei sadici che traggono compiacimento nell’infliggere sofferenza gratuita e morte ad esseri viventi indifesi e come tali li consideriamo soggetti socialmente pericolosi da bloccare. Purtroppo constatiamo che la classe politica continua ad assumere un atteggiamento opportunistico che, in cambio di promesse di voti, finanzia lo sterminio di centinaia di migliaia di animali selvatici e permette la deturpazione della loro casa. Noi non ci fermeremo fintanto che questo scempio non sarà abolito e promettiamo che la vita interrotta di ogni innocente sarà vendicata nelle modalità che riterremo più opportune.
A.L.F. , Fronte Liberazione Animale."