reported by activists in Italy:

During the night of September 7, the ALF freed 3 rabbits from the house of a farmer in Bamporto (MO).

Italian communique:
"Incontro Informale per la Liberazione Animale

La notte fra il 7 e l'8 settembre, in concomitanza con "l'incontro nazionale per la liberazione animale" abbiamo liberato 3 conigli dalla casa di una contadina a Bamporto (MO).
Ci sarebbero molte riflessioni da fare su quell'agglomerato di persone che chiamano "movimento" ma non facendone parte preferiamo ribadire che la liberazione animale non va teorizzata ma messa in pratica. Il "movimento" animalista da cui ci vediamo circondati, invece, troppo spesso si riduce a essere un gruppo di persone che non fa altro che seguire una "moda" animalista che alla fine si rivela essere troppo vuota per essere portata sul piano reale.
Ci sono persone che per inserirsi in quel movimento si sono fatte strada infamando altri attivisti mentre nessun altro si opponeva a queste delazioni. Quando si dice la solidarieta'...
Ci sono persone egoiste che chiaccherano di lotta contro il carcere ed il sessismo ad es. solo perche' stanno seguendo un modello (moda? il soggiorno e' pagato da mamma e papa').
Ma poi non sentendo dentro di loro queste idee sono sessisti nei fatti e violente come secondini.
Si ricordino che il megafono non rende le persone migliori e anche se si fanno chiamare "compagni" con la loro divisa composta da toppe e magliette modaiole assomigliano piu' che altro a carabinieri. Sono rivoluzionari quanto i gruppi musicali per cui vivono.
ciascuno raccoglie il movimento che semina. Ci sentiamo vicini a quelle poche persone che portano avanti la lotta per la liberazione animale nel cuore.
Dedicato a Daniele e Francesco.
Dedicato a noi stessi.

Fronte di Liberazione Animale (ALF)"