translation of anonymous communique:

"In the night of march 31, armed with hammers and crowbars, but most of all with our rage, we managed to open an armored door and get inside a bar and recreation centre for hunters in the quail hunting ground in Albiolo (Como).
In a single minute glass windows and doors, chairs and tables, tv, trophies, coffee machine, microwave oven, cups, glasses, stove and the bar table were smashed into pieces with our hammers in a deafening noise that was music for our hears, the music of revenge for all the innocent victims killed for 'sport'.
The slogans we left behind are a message for these killers, they should be warned that we will hit wherever we can and that hunt victims will never be forgotten.

FA - Fronte Anticaccia (Anti-hunting Front)"

Italian:
"Nella notte del 31 marzo, muniti di martelli e attrezzi per lo scasso ma soprattutto della nostra rabbia, riuscivamo ad avere la meglio su una porta blindata ed entrare nel bar e circolo ricreativo per cacciatori del quagliodromo di Albiolo (CO). In un solo minuto: vetri delle finestre e porte, tavoli e sedie, tv, vetrine e trofei, forno a microonde, macchina da caffè, tazzine, bichieri e bottiglie, stufa, bancone del bar ecc. veniva fatto a pezzi dai nostri martelli in un baccano assordante che per le nostre orecchie è la musica della vendetta per tutte le vittime innocenti, uccise per "sport".
Le scritte che abbiamo lasciato sono un messaggio per gli assassini, che sappiano che ovunque potremo noi colpiremo, che le vittime della caccia non verranno mai dimenticate.

FA - Fronte Anticaccia"