reported by activists in Italy:

"'Japan: terror of the sea'
Milan, evening of February 21

A little effort and a few minutes were enough to express to the Japanese consulate a fraction of the hatred we feel for the disgusting slaughter of whales that is now taking place in the waters off Antarctica.
With abundant paint we smeared the door and walls
With glue we closed the lock on the door and then we left messages to clarify the reason for our actions:
'STOP THE WHALE MASSACRE', 'MURDERERS', 'EXECUTIONERS'. The embassies and consulates of Japan all over the world must know of the hatred for the government that they represent and the desire for revenge.
The whole world has seen the terrible images of a whale, harpooned and hoisted onto a ship while slowly dying.
Japan has decided, for so-called scientific purposes, to continue to kill these wonderful animals pushing them toward extinction.
It remains for us to respond in our way ...
VIVA SEA SHEPHERD"

Italian:
"Giappone terrore dei mari"
Milano, serata del 21 febbraio

Poco impegno e pochi minuti sono bastati per far assaggiare al consolato
giapponese una minima parte dell'odio che proviamo per la disgustosa
mattanza di balene che proprio in questo periodo sta avendo luogo nei mari
dell'Antartide.
Con abbondante vernice abbiamo imbrattato il portone i muri e il selciato
con della colla abbiamo chiuso la serratura del portone e poi abbiamo
lasciato delle veloci scritte che chiariscono il motivo del nostro gesto:
'STOP MASSACRE BALENE', 'ASSASSINS', 'BOIA'. Le ambasciate e i consolati del giappone in tutto il mondo devono sapere che per il governo che loro rappresentano non esiste altro che odio e desiderio di vendetta.
Tutto il mondo ha visto le immagini tremende di una balena e del suo
piccolo arpionati e issati sulla baleniera, mentre agonizzavano
lentamente.
Il Giappone ha fatto la sua scelta: per scopi cosidetti scientifici, come
sempre inutili, continuera' a uccidere questi meravigliosi animali
spingendoli verso l'estinzione.
A noi non resta che rispondere a modo nostro...
VIVA SEA SHEPHERD"